Contro la logica del meno peggio: noi non votiamo

Falsamente democratico o apertamente autoritario, lo stato costituzionale rimane sempre un organismo nelle mani dei capitalisti, che ci sfruttano, ci opprimono e ci condannano alla miseria.

I due fronti schierati per il SI e per il NO sono solamente espressione di due settori diversi della classe dominante, della classe dei ricchi, dei possidenti, dei padroni.

I lavoratori, i giovani disoccupati, i sottopagati non hanno nulla da guadagnare con le riforme di Renzi e nemmeno seguendo i razzisti di Salvini o i finti compagni della CGIL e dell'ANPI.

Chi ci chiede di votare SI ci illude che uno stato più “decisionista” possa far ripartire l'economia, in realtà sarà solo più semplice, per la classe dominante, fare i tagli ai servizi, precarizzare, sostenere economicamente il padronato.

Chi ci chiede di votare NO afferma che la Costituzione è progressista e va difesa, ma anche questa è una illusione!

La Costituzione repubblicana si fonda sullo sfruttamento del lavoro operaio, sulla difesa dei privilegi dei potenti; nulla in essa difende noi, gli sfruttati di questa società.

Votare non serve, ma non votare non basta!

Diamo fiato e forza, impegniamoci per costruire un partito autenticamente proletario e anticapitalista, fuori e contro le logiche parlamentari e sindacali.

Il futuro ci appartiene: non è attraverso i referendum, ma con la lotta di classe e il perseguimento di una società nuova che sarà possibile uscire da questa epoca di terrore e miserie.

La nostra mobilitazione sono i comitati di sciopero e agitazione , la denuncia del sistema, la costruzione della prospettiva politica di un nuovo internazionalismo proletario, di un nuovo ordine sociale, solo da questo punto di vista ogni singola mobilitazione avrà per davvero un senso.

Noi non abbiamo nulla da difendere in questo stato che non ci appartiene e ci è nemico. Abbiamo invece un mondo intero da guadagnare!

Siamo sul territorio, contattaci, unisciti a noi.

Partito comunista internazionalista – Battaglia Comunista
AllegatoDimensione
2016-10-08-referendum.pdf745.4 KB
Sabato, October 8, 2016