Condizioni e lotte operaie

Solidarietà al proletariato greco

Regions: 
Publications: 

Crisi greca: padroni uniti, lavoratori divisi. Fino a quando? · Per i greci che stanno pagando la catastrofe economica del proprio paese, i nemici hanno un nome e un cognome: si chiamano Unione Europea, Banca Centrale Europea e Fondo Monetario Internazionale, e insieme formano la cosiddetta troika, centrale capitalistica del Vecchio Continente che d’ora in poi non lascerà più alcuna “autonomia” né...

Corrispondenza - Ai lavoratori delle cucine

Regions: 
Publications: 

In questi mesi, finalmente dopo 10 anni di lavoro nero (presso svariati luoghi di lavoro) ho potuto vantare un contratto a tempo determinato, per il primo mese rinnovato di settimana in settimana, poi sono successivamente passata come dipendente non più dell’agenzia interinale ma della cooperativa di ristorazione per la quale lavoro da ormai 6 mesi.

Continuare a subire o cominciare a (re)agire?

Publications: 

(Volantino per lo sciopero generale del 27 gennaio 2012, proclamato dai sindacati di base) · La crisi incattivisce Padroni e Stati che escogitano ogni modo possibile per ricavare profitti ai nostri danni: ci impongono chiusure, licenziamenti, ci impongono di lavorare in nero, da precari e con salari ridicoli, ci impongono la condanna del lavoro salariato fino quasi a 70 anni - per chi ci arriva,...

Solidarietà internazionalista alle operaie Omsa

Regions: 
Publications: 

La vicenda della Omsa di Faenza si protrae dal 2010, quando l'azienda ha annunciato l'avvio delle procedure di mobilità e cassa integrazione, anticamera del licenziamento. La produzione, infatti, sta per essere spostata totalmente nei nuovi stabilimenti in Serbia, dove i costi sono nettamente inferiori, grazie ai sussidi statali e alle peggiori condizioni contrattuali per i lavoratori.

Situazione e lotte sul territorio bolzanino

Regions: 
Publications: 

(Dalla rivista giovanile internazionalista “Amici di Spartaco” #26) · Il mese di dicembre è stato caratterizzato da una forte sensazione di malcontento. Il nuovo governo tecnico, il pacchetto “Salva Italia”, le manovre economiche tutte andate a scapito del proletariato, il gioco dei politicanti che - da destra a sinistra - non cercano altro che ingraziarsi gli elettori per il “post-Monti” con...

La Cina bolle

Regions: 
Publications: 

(Dalla rivista giovanile internazionalista “Amici di Spartaco” #26) · La Cina. Un paese con circa 1,34mld di abitanti, un Pil di circa 5.000mld di dollari con incrementi percentuali elevatissimi rispetto al resto del mondo. · L’anno scorso circa 4,5 punti percentuali sono derivati dall'espansione dei consumi interni (che sono in fortissima crescita) e dalla ripresa, seppur lieve, della domanda...

Solidarietà agli operai kazaki

Regions: 
Publications: 

Sulla strage degli scioperanti di Zhanaozen · La classe operaia, da decenni trattata - falsamente - dai mass media come elemento marginale della società, continua invece a far paura, tanto che della sua vita, delle sue lotte se ne parla il meno possibile e, in ogni caso, in modi tali da rendere innocuo il potenziale “sovversivo”, cioè anticapitalistico, dei brevi squarci aperti sul mondo operaio.

Con i lavoratori dei treni notte

Regions: 
Publications: 

Per la lotta di classe, contro il capitale · Sono 800 lavoratrici e lavoratori coinvolti in questa vertenza tra manutentori, impiegati, personale viaggiante, addetti alle pulizie. Licenziamento previsto per l'11 dicembre ed a questi 800 se ne sommeranno molti altri, provenienti dall'indotto. La crisi mondiale del capitalismo si è manifestata così anche in questo settore: una volta di più è...

La vita di un facchino vale meno di un elevatore elettrico in affitto

Regions: 
Publications: 

(Lettera di un facchino internazionalista) · "La vita di un facchino vale meno di un elevatore elettrico in affitto." (Lo ha detto un elettricista in un allestimento fieristico e purtroppo è vero) · Anche se è in realtà ben poco regolamentato, il montatore di palchi, non è un lavoro con un'unica mansione e un unico livello.

Il “ruolo produttivo” del capitalismo è quello di diffondere miseria e fame

Regions: 
Publications: 

A proposito della Lettera aperta da Mirafiori alla cittadinanza torinese diffusa dal “Collettivo Mirafiori”, in essa vi sono affermazioni diventate comuni (qua e là pur accettabili…) nelle denunce che i lavoratori fanno di situazioni e condizioni che stanno peggiorando, spesso drammaticamente, in fabbrica e fuori.

Pages