Malgrado tutto

La polvere fuma ancora, il fuoco dell'assassinio dei lavoratori cova ancora sotto la cenere, i proletari trucidati giacciono ancora dove sono caduti e i feriti sanguinano da tutte le piaghe, mentre fanno sfilare in parata i battaglioni assassini questi signori Ebert, Scheidemann e Noske gonfi di orgoglio vittorioso.

Ma già il proletariato mondiale si distoglie da questi vincitori che osano tendere all'Internazionale le loro mani macchiate di sangue degli operai tedeschi. Essi sono respinti con disgusto e con disprezzo anche da coloro che nel tumulto della guerra mondiale avevano calpestato il dovere di socialisti.

Per colpa loro, la Germania è stata precipitata nella vergogna. Dei traditori dei loro fratelli governano il popolo tedesco!

Ma la loro gloria non può durare a lungo. Un quarto d'ora di grazia e saranno giudicati.

La rivoluzione del proletariato, che essi hanno creduto di affogare nel sangue, si leverà, gigantesca, al di sopra di essi. La sua prima parola d'ordine sarà: abbasso gli assassini degli operai Ebert, Scheidemann e Noske!

I vinti di oggi hanno appreso. Si sono guariti dall'illusione: non bisogna rimettersi all'iniziativa dei capi che si sono mostrati impotenti e incapaci. Fidando solo su se stessi, essi daranno le battaglie dell'avvenire; con le loro forze e per se stessi riporteranno le vittorie dell'avvenire. E il motto secondo cui l'emancipazione della classe operaia non può che essere opera della classe operaia stessa, questo motto avrà guadagnato dall'esperienza amara dell'ultima settimana un significato amaro e profondo.

E anche questi soldati ingannati e smarriti riconosceranno presto quale gioco si stia giocando con loro, quando sentiranno di nuovo il knut del militarismo ricostituito; essi pure si ridesteranno dall'ebbrezza che li domina ancora.

«Spartaco è atterrato »

Piano! noi non siamo fuggiti! Non siamo battuti! E se ci incarcerano, continueremo a lottare. E la vittoria sarà nostra.

Perché Spartaco significa fuoco e spirito, significa anima e cuore, significa volontà e azione della rivoluzione proletaria! E Spartaco significa tutta la miseria e tutta l'aspirazione verso la felicità, tutta la coscienza di classe del proletariato e tutta la sua audacia nella lotta. Perché Spartaco significa socialismo e rivoluzione mondiale.

La strada del Golgota della classe operaia tedesca non è terminata. Ma il giorno della liberazione si avvicina.

Il giorno del giudizio per gli Ebert, gli Scheidemann, i Noske e per i potenti del capitalismo che si nascondono oggi dietro di loro. I flutti degli eventi si innalzano sino al cielo, noi abbiamo l'abitudine di essere precipitati dai vertici sino alle profondità. Ma la nostra nave seguirà il suo cammino, inflessibile e fiera, sino alla fine.

E che noi siamo o no tra gli uomini, quando il fine sarà realizzato, il nostro programma vivrà: esso dominerà il mondo dell'umanità liberata. Malgrado tutto!

Karl Liebknecht

Prometeo

Prometeo - Ricerche e battaglie della rivoluzione socialista. Rivista semestrale (giugno e dicembre) fondata nel 1946.

Abbonamento annuale: € 25,00 (2 numeri di Prometeo + 10 numeri di Battaglia Comunista)