Aggiornamenti

Adverts

Torino - Rivoluzione russa

1917-2017 – Cent’anni dalla rivoluzione russa.

Attualità del progetto rivoluzionario e prospettive per la costruzione dell’alternativa al capitalismo, alle sue crisi e alle sue guerre.

Sabato 2 dicembre, ore 21:00, presso Caffè Basaglia - Via Mantova, 34 - Torino.

Milano - Rivoluzione russa

1917-2017 – Cent’anni dalla rivoluzione russa.

Attualità del progetto rivoluzionario e prospettive per la costruzione dell’alternativa al capitalismo, alle sue crisi e alle sue guerre.

Venerdì 27 ottobre, ore 21:15, presso la sede dell’Associazione Internazionalista Prometeo, Via Calvairate 1 – Milano.

Roma - Incontro

Incontro pubblico: 26 settembre 2017 alle 17, in via Efeso 2 - Roma.

Catania - Contro il referendum

Banchetto informativo

Contro la costituazione borghese

Contro la democrazia borghese

Contro il referendum borghese

Giovedì 1 dicembre 2016, siamo a Catania, Via Etnea (di fronte Villa Bellini), dalle ore 16:30.

Oltre a noi ad organizzare l'iniziativa - nella reciproca indipendenza politica - ci saranno il Collettivo Red Militant di Catania e altri compagni. Replicheremo insieme l'iniziativa nei prossimi sabati.

Ti aspettiamo!

Catania - Contro il referendum

Banchetto informativo

Contro la costituazione borghese

Contro la democrazia borghese

Contro il referendum borghese

Sabato 12 novembre 2016, siamo a Catania, Via Etnea (di fronte Villa Bellini), dalle ore 16:30.

Oltre a noi ad organizzare l'iniziativa - nella reciproca indipendenza politica - ci saranno il Collettivo Red Militant di Catania e altri compagni. Replicheremo insieme l'iniziativa nei prossimi sabati.

Ti aspettiamo!

Milano - Conferenza / dibattito pubblico

La crisi del capitale getta il mondo nella guerra, dall’Afghanistan all’Iraq, dalla Siria alla Libia. Per uscire da questa spirale perversa una sola via: preparare la rivoluzione.

Battaglia Comunista / P.C.Internazionalista organizza una conferenza / dibattito pubblico

Venerdì 20 maggio, ore 21:00

Presso la nostra sede in via Calvairate, 1 - Milano (citofono 126)

Tram 12 – Filobus 90 / 91 – Passante ferroviario stazione Porta Vittoria

Roma - Capitalismo è barbarie

Il capitalismo è barbarie

Crisi, sfruttamento, devastazione ambientale, guerra e terrore

La rivoluzione è possibile, il socialismo è necessario

Il potere ai lavoratori, per un mondo di liberi e uguali, in armonia con la natura

Mercoledi 6 aprile ore 16 - Assemblea pubblica

Università La Sapienza - Edificio di Botanica Aula B

Torino - Barbarie capitalista

Barbarie terrorista, barbarie imperialista, è sempre barbarie capitalista.

Conferenza pubblica e dibattito, con proiezione di un documentario sulla vita nello stato islamico.

Venerdi 11 marzo 2016 in c.so Ciriè ang. via Biella c/o ex Istituto Tecnico Industriale "L. Casale", a Torino

Parma - Barbarie capitalista

Barbarie terrorista, barbarie imperialista, è sempre barbarie capitalista.

Conferenza pubblica e dibattito, con proiezione di un documentario sulla vita nello stato islamico.

Venerdì 22 gennaio 2016 alle 21:00, presso l'Auditorium Casa Matteo, in via Saragat 33, a Parma.

Organizza Battaglia Comunista.

Conferenza a Milano

Parigi, Beirut, Bamako, Siria, Iraq, Libia

Barbarie terrorista e barbarie imperialista, é sempre barbarie capitalista!

Battaglia Comunista / P.C.Internazionalista organizza una conferenza con dibattito pubblico

Sarà proiettato un filmato sulla vita all’interno dello Stato Islamico

Venerdì’ 11 dicembre 2015, ORE 21,00

PRESSO LA LIBRERIA CALUSCA CITY LIGHTS

VIA CONCHETTA 18 – MILANO

TRAM 3, 15 – FILOBUS 90 / 91, 59 – MM ROMOLO

Attività

Combattere il sistema che genera mafia e fascismo

Volantino per la manifestazione del 12 novembre ad Ostia, contro “fascismi e mafie”.

Gli avvenimenti

Violenza mafiosa e filo fascista ad Ostia. Nulla di nuovo. Ma stavolta è tutto in tv, ed allora cambia. Stavolta non è un disgraziato ad essere stato massacrato di botte ma un giornalista della Rai. E allora vai con le levate di scudi.

Un G7 tra i paesi più ricchi al mondo, per risolvere i problemi di chi?

Francia, Germania, Regno Unito, Italia – che lo presiede – Giappone, Canada e Stati Uniti (e un delegato dell’Unione europea), in tutto circa 400 delegati iscritti ai vari eventi, tra principali e collegati.

Il gioco degli sfratti

Vogliamo raccontare, in questo articolo, di una situazione che ci riguarda direttamente, ma che oltre noi colpisce una miriade di associazioni a Roma, come su tutto il territorio nazionale.

Primo Maggio 2017 - Contro lo sfruttamento, la crisi e la guerra - Nessuna guerra, ma guerra di classe!

Documento della TCI per il primo maggio 2017

Primo Maggio 2017

Volantino per il primo maggio, sintesi del documento della TCI

Ancora un Primo Maggio all'insegna dell'acutizzarsi delle tensioni imperialistiche, che stanno producendo guerre, che minacciano di accenderne di nuove, evocando il fantasma di conflitti ben più ampi e distruttivi.

La cornice di questo scenario è stabilita dalla crisi del processo di accumulazione del capitale, da oltre quarant'anni il motore di quanto si muove in tale quadro.

25 Aprile - Non c'è nulla da festeggiare, ma un mondo da conquistare

Ancora una volta siamo in piazza a celebrare la vittoria sul nazifascismo. Ma la “vittoria”, che significò sopratutto la sconfitta dei nazi-fascisti, avvenne principalmente per mezzo dell'invasione angloamericana, il cui retaggio è tutt’oggi tangibile attraverso l'ingente presenza di basi americane nel territorio italiano e la parziale sottomissione della politica italiana alle volontà di Washington. In breve l’Italia passò dalla sfera imperialista nazista a quella a stelle e strisce.

Europeismo, anti-europeismo? Lotta e organizzazione di classe!

Volantino per il 25 marzo, a Roma

I Trattati di Roma del 1957 sono una tappa fondamentale del percorso delle borghesie europee nel tentativo di creare un polo imperialista unitario che potesse, in prospettiva, tenere testa ai due fronti imperialisti all'epoca dominanti nel mondo: statunitense e sovietico.

8 punti per l’8 marzo 2017

Contro l’oppressione di genere e lo sfruttamento di classe

Proletari italiani e immigrati: una sola classe

Volantino

Numerose e importanti sono state, negli ultimi anni, le lotte dei lavoratori immigrati nella logistica, nell’agricoltura e in altri settori. grazie a queste lotte le loro condizioni sono spesso migliorate.

Ma pensare che grazie alle sole lotte arriveremo ad un miglioramento generale delle condizioni di lavoro, e quindi di vita, per tutti i lavoratori italiani e immigrati è un’illusione.

Contro la logica del meno peggio: noi non votiamo

Falsamente democratico o apertamente autoritario, lo stato costituzionale rimane sempre un organismo nelle mani dei capitalisti, che ci sfruttano, ci opprimono e ci condannano alla miseria.

I due fronti schierati per il SI e per il NO sono solamente espressione di due settori diversi della classe dominante, della classe dei ricchi, dei possidenti, dei padroni.

I lavoratori, i giovani disoccupati, i sottopagati non hanno nulla da guadagnare con le riforme di Renzi e nemmeno seguendo i razzisti di Salvini o i finti compagni della CGIL e dell'ANPI.

Condizioni e lotte operaie

Gli insegnanti di sostegno di Durham continuano a combattere: contro il Partito Laburista e i loro sindacati

C’è molto da ammirare nella resistenza che gli insegnanti di sostegno (d’ora in poi IdS) della Contea di Durham hanno opposto nel corso degli ultimi venti mesi. La loro resistenza e la loro solidarietà sono state ancora una volta confermate dal loro voto di rigetto dell’ultima “offerta” concordata dai loro sindacati e dal Consiglio della Contea di Durham.

Almaviva : qualche riflessione

L'esito della vertenza Almaviva, con i 1666 licenziamenti nella sede di Roma della società di telecomunicazioni, merita sicuramente una più attenta riflessione sulla sostanza di tutta la vicenda.

A seguito della massa dei licenziamenti, è iniziato subito dopo il gioco del cerino in mano dei diversi attori che sul proscenio della vicenda hanno avuto un ruolo nel determinare questo sbocco: azienda, governo, sindacati.

Quando i padroni uccidono

Volantino per la manifestazione del 17 settembre a Piacenza

15 settembre 2016, PIACENZA: un camionista forza un picchetto di scioperanti. Travolge e uccide Abd Elsalam Ahmed Eldanf, operaio egiziano, 53 anni, 5 figli.

Bloccate tutto, fermatevi! Solidarizzate nei fatti!

L’unità, la solidarietà e la lotta sono la vostra grande forza!

Francia: un nuovo attacco contro la classe lavoratrice

Presa di posizione della Tendenza Comunista Internazionalista sugli scioperi francesi

Dai movimenti contro gli attacchi del capitale alla lotta per un mondo nuovo

Il movimento francese e la sostanziale assenza – fatte salve alcune esperienze significative ma circoscritte – di lotta di classe in Italia pongono i medesimi problemi politici:

Come contrastare l'attacco alle condizioni di vita e di lavoro della classe sfruttata?

Nel cuore di una crisi capitalista di portata epocale, quale prospettiva politica perseguire?

Francia - La crisi, le lotte: prime valutazioni

Si tratta, per la borghesia, di continuare ad attaccare ancora e ancora la classe operaia...

Introduzione

Pubblichiamo qui di seguito le riflessioni di un compagno francese, da tempo collaboratore della TCI, su quanto sta avvenendo in Francia da oltre due mesi.

Scioperi e lotta di classe nella crisi: qualche considerazione

Qualche giorno fa, abbiamo riportato alcuni dati usciti a marzo sull'andamento del mercato del lavoro in Italia, esemplificativi, dal nostro punto di vista, delle tendenze profonde del capitalismo contemporaneo. Qui, in un certo senso, ci ricolleghiamo a prendendo in considerazione gli aspetti più immediatamente politici.

Le vergognose imprese del sindacalismo confederale: schierare lavoratori contro altri lavoratori

Ma tra sindacatini e sindacatoni le vittime sono sempre i lavoratori

Fin qui la cronaca

La mattina del 22 gennaio la dirigenza CGIL di Parma ha condotto in corteo per le vie del centro di Fidenza – al vergognoso grido di “Gli operai della Bormioli siamo noi” - i dipendenti della Bormioli e i lavoratori del Consorzio CAL che nelle settimane precedenti non avevano scioperato né partecipato ai picchetti organizzati per giorni (sin dal 23 dicembre scorso) dai lavoratori organizzati nel Sicobas,

Solidarietà ai facchini, per il superamento del capitalismo!

L'8 gennaio, alla Bormioli di Fidenza, la Celere ha sgomberato il presidio fatto dai facchini aderenti al Si.Cobas e dai solidali, contro l'accordo stipulato tra azienda e CGIL-CISL, relativo al nuovo contratto stabilito dalla Bormioli e la cooperativa CAL, che gestisce il lavoro della logistica nell'azienda: l'accordo è peggiorativo da più punti di vista

Notizie

2014-03-13

Nola (NA). Un disoccupato di Acerra si è impiccato nei bagni della sede Inps di Nola. L' uomo avrebbe scoperto di non avere più diritto all'indennità di disoccupazione.

ilmattino.it

2014-02-17

Napoli. Protestano i Lavoratori socialmente utili, occupando le scuole. Decine gli istituti scolastici che stamattina non hanno potuto aprire i cancelli.

Stipendi dimezzati (da 800 a 400 euro) e il rischio di perdere il lavoro.

ilmattino.it

2014-02-14

Acerra (NA). Sei disoccupati organizzati di Acerra sono finiti in una maxiretata della polizia, la notte del 13 febbraio. Quattro agli arresti domiciliari, per gli altri due disoccupati è stata applicata la misura restrittiva dell’obbligo di residenza.

ilmattino.it

2014-02-08

SARAJEVO, 7 febbraio. Protesta in Bosnia, i palazzi del potere vengono dati alle fiamme oltre duecento.

Cominciati a Tuzla due giorni fa, le protestesi sono man mano estesi ad altre città . In prima linea gli operai di diverse aziende locali che dopo le privatizzazioni, sono sull'orlo del fallimento.

Un anno senza stipendio, 14 anni senza contributi versati, 15 anni con 25 euro al mese, ec ecc

Le manifestazioni con migliaia di persone in piazza sono sfociate in disordini, scontri con la polizia e distruzioni, con un bilancio ancora provvisorio di quasi duecento feriti e decine di arresti.

fonte ansa.it

2014-02-05

Afragola (NA). Un operaio Fiat si è ucciso, impiccandosi in casa . Era in cassa integrazione da quasi sei anni, stava attraversando un periodo di depressione dovuto alla mancanza di lavoro e a questioni di carattere familiare.

Si trovava in cassa integrazione a zero ore dal 2008, da quando è stato trasferito da Pomigliano al reparto di Nola.

fonte corrieredelmezzogiorno.corriere.it

2014-01-27

ROMA - Torna la protesta nel Cie di Ponte Galeria, a Roma. In 13 ieri sera si sono cuciti la bocca. Sono marocchini, provenienti da Lampedusa, sette sono gli stessi che si cucirono la bocca prima di Natale.

Gli immigrati hanno annunciato che faranno lo sciopero della fame.

ansa.it

2014-01-25

Pomigliano (NA). Un gruppo di dipendenti della Tiberina ha dormito nel capannone dello stabilimento di Pomigliano, protestano il licenziamento.

E' in corso un il confronto tra i responsabili della Tiberina e i sindacati confederali, l’impianto che produce pezzi la Panda è paralizzato.

I lavoratori hanno dichiarato lo sciopero a oltranza. Alcuni di loro hanno dormito nell’impianto, che si trova accanto alla Fiat di Pomigliano.

ilmediano.it

2014-01-24

BOLOGNA (23 Gennaio). Ancora una protesta dei facchini, che si sono presentati all'alba davanti ai cancelli della Granarolo per impedire il passaggio,dei camion carichi di latte.

corrieredibologna.corriere.it

Identificate quattro persone.

I lavoratori sono in rotta da mesi con le cooperative della logistica. Alcuni facchini si sono sdraiati sotto i camion per non farli passare. Dopo due ore di blocco gli agenti in tenuta antisommossa hanno liberato l'ingresso.

corrieredibologna.corriere.it

youtube.com

youtube.com

2014-01-14

Firenze, la notte del 13 gennaio una motrice è deragliata alla stazione Santa Maria Novella di Firenze e ha travolto un operaio. Fabrizio, 34 anni, dipendente delle Ferrovie, è morto sul colpo. Lascia la moglie e un figlio.

corriere.it

2014-01-09

Pietre contro i poliziotti, cariche delle forze dell'ordine. Succede in Vietnam dove stanno costruendo una grande fabbrica Samsung. Le proteste sono scoppiate in seguito a un litigio fra una guardia e un operaio su questioni riguardanti le misure di sicurezza.

repubblica.it

youtube.com